mercoledì 25 gennaio 2012

BEPPE GRILLO NEL BLOCCO IDENTITARIO



Dopo un lungo rincorrersi di annunci e smentite, finalmente è ufficiale: il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo alle prossime elezioni farà cartello con Lega Nord e Forza Nuova. La coalizione è stimata attualmente dai sondaggi intorno al 15%, con un margine di crescita ulteriore del 5%. Gli sponsor musicali saranno Radio Bandiera Nera - Liberi Belli e Ribelli, e Steven Patrick Morrissey, che durante la campagna elettorale suonerà per loro The National Front Disco. Resta solo da stabilire il nome della coalizione. Al momento le ipotesi sono queste:

- UNITI PER LA TERZA VIA
- ABBIAMO PAZIENTATO 40 ANNI, ORA BASTA
- NÉ ROSSI NÉ NERI, SOLO LIBERI PENSIERI
- NÉ DESTRA NÉ SINISTRA, RIVOLUZIONE FASCISTA

Nel caso dovesse riuscire l'apparentamento con il Movimento dei Forconi, inoltre, si aggiungerebbe una quinta opzione:

- SOLO CHI HA IL CAOS DENTRO DI SÉ PUO' PARTORIRE UNA STALLA DANZANTE

24 commenti:

Anonimo ha detto...

Dai abbiamo capito che da queste parti si tifa reazione ora potete anche fare festa no?

Behemoth ha detto...

Perché dovremmo tifare reazione?

Anonimo ha detto...

Perchè praticamente in ogni post, in modo più o meno ironico, chiunque si opponga al sistema turbocapitalista barretta liberista e i suoi governi tecnici(è scontato dire che tra questi non annovero Grillo) viene dipinto come un misto tra Lino Banfi, Alberto Sordi che mangia la pasta e il Gabibbo (ovviamente con l'eccezione dei soliti figli di papà spacca vetrine del McDonald)? Perchè questo post, come quello su CPI, è di una pochezza e di una saccezza inbarazzanti, con il suo minestrone di mille cose diverse e lontanissime le une dalle altre, messe li alla rinfusa tanto per far capire che siamo bravi solo noi giovani col loden? Dai lo sappiamo che in cameretta avete il poster di Giolitti, non vergognatevene su!

Behemoth ha detto...

Anonymous, giuro che mi opporrei con tutta la forza possibile al SISTEMA TURBOCAPITALISTA, se solo questo sintagma significasse qualcosa. Ma non significa nulla, proprio come te! Come te che ricicli le parole di Nichi Vendola (turbocapitalista l'ho sentita solo da lui), ricicli parole riciclate, mi accusi di fare un mischione e poi parti con questo pippone retorico e demagogico contro non si sa chi, non si sa cosa, non si sa perché. CasaPound è contro il Sistema? Beppe Grillo è contro il Sistema? Concita De Gregorio è contro il Sistema? Quale maestà abbiamo leso? Quale invece avremmo dovuto ledere? (ovviamente parlo a nome mio, il plurale è di maestà)

Behemoth ha detto...

(toglimi una curiosità: sei Svart Jugend?)

dezzy boy ha detto...

se sei svartjugend complimenti, adoro i tuoi post
x quanto riguarda le accuse nei commenti, contengono un fondo di verità, potevi sinteticamente dire che siamo "intellettuali organici al sistema" così stampavo la pagina e me la incorniciavo in cameretta.

Anonimo ha detto...

Interessante. E su che basi, di grazia, non significherebbe nulla? Mi spiace deluderti esimio Behemoth (a proposito originale come nome, l'hai preso da qualche videogioco?), ma non credo d'aver mai ascoltato o letto un discorso di Vendola, il termine che citi in realtà è patrimonio di chiunque abbia un minimo di consapevolezza delle dinamiche economico/politiche oggi governanti il pianeta. Il mio "pippone demagogico" era, evidentemente?, volto a criticare chi oggi, per bastiancontrariesimo (mi si scuserà per il neologismo)? per convinzione?, sente giusto guardare dall'alto in basso i pochi (in forte crescita comunque, fidati) che lottano contro le forze liberiste che operano attivamente per assestare gli ultimi fatali colpi alla nostra, ormai misera, sovranità nazionale (e non solo della nostra). Sovranità nazionale che attenzione fa rima con autodeterminazione e pure, non ci crederai, con democrazia. Si perchè un popolo che non ha più uno Stato forte e autonomo è un popolo non rappresentato, è un popolo in balia di speculatori internazionali che mirano soltanto a far cassa in barba hai diritti conquistati negli anni. Ora capisco che all'aperitivo la sera faccia più figo parlare di lodel, austerità e Iphone però ecco, poi non lamentiamoci se ci danno dei reazionari.

Anonimo ha detto...

No non sono Svart Jugend, ma ne sarei onorato. Lui non credo perda tempo a commentare post di questo spessore intellettuale.

Anonimo ha detto...

Caro Dezzy Boy mi duole deluderti, ma no non siete "intellettuali organici al sistema". Direi più intellettuali (??) che per snobismo credono poco di "buon gusto" parlare ancora di lotte e poteri forti (agire attivamente poi, non sia mai!). Meglio fare gli Ortega y Gasset della situazione e dall'alto della propria torre d'avorio deridere i popolani rozzi e volgari. D'altrone di deboscio si parla no?

Behemoth ha detto...

Stai facendo tutto tu, stai disegnando una caricatura che non esiste. Io il 15 ottobre ero in Piazza San Giovanni a prendermi i lacrimogeni, tu dov'eri? Nella sezione di CasaPound a giocare a biliardino? Quanto alla sovranità nazionale, è un concetto antistorico che per fortuna sarà superato molto presto. Io voglio una società liquida, ibrida e globalizzata, non una somma di piccole identità (cos'è poi l'identità? odio per chi non è identico). Ricordi la frase di Marc Augé? L'avvenire non è nemmeno nel multiculturalismo, ma nel transculturalismo.

Behemoth ha detto...

intellettuali (??)

Anche così è vergognoso, ma almeno non hai scritto PSEUDOINTELLETTUALI. Per questa volta te la facciamo passare, dai.

Anonimo ha detto...

Minchia, istinitvamente mi è venuto da grattarmi le palle. Mi sbagliavo non siete degli Ortega Y Gasset siete dei dei volenterosi carnefici, grigi alfieri del disorganico, dell'indistinto. Belle cose non c'è che dire. Un mondo dove tutti sono uguali, senza identità, copie, quindi tutti schiavi intercambiabili, senza valore. L'identità è odio per il diverso? Tu stai male. Identità è amore per le diversità, se non ci fosse un altro da me, chi sarei io? Ma voi che siete omuncoli che in fondo si odiano un bel pò, preferireste perdervi nel mare dell'anomia, nessun nome, nessun colore. Grigio. Bello sa molto di galera. Queste storie valle a raccontare a un immigrato cinese, ad uno del delta del Niger. Vedrai come ti risponde. Loro al contrario di voi, fanno giustamente fieri della propria alterità. La difendono. Solo così si può convivere serenamente, nel rispetto dell'altrui diversità, certo non nella pretesa di imporre il vuoto pneumatico della società globalizzata dove l'unica diversità concessa è tra chi ha i soldi e chi no.


Il Grande Fratello vi fa una sega.

Anonimo ha detto...

Dialettica ai massimi livelli non c'è che dire. Bravo.

dezzy boy ha detto...

Applausi, sei bravissimo, l'immigrato cinese o del delta del Niger batte 10 a 0 qualunque bracciante lucano o casalinga di voghera di morettiana memoria.
Spero che continuerai a commentarci con questa verve.

Behemoth ha detto...

Stai rovesciando le mie parole. Io non voglio un mondo in cui sono tutti uguali, ma un mondo in cui sono tutti diversi. Non diversi su scala nazionale (quindi uguali su scala nazionale), quella è una diversità volgare. Il patriottismo è la più umile forma di superbia, il nazionalismo è un fiotto in cui ogni altro pensiero annega, eccetera. Io voglio un mondo di diversi-diversi, ogni individuo diverso dall'altro sulla base dei propri valori, ideali, orizzonti. Poi mi fai l'esempio dei cinesi e dei nigeriani, bell'esempio! Infatti guarda quanto sono integrati, guarda quanto sono felici! Lo vedi che i veri cinesi siete voi?

Behemoth ha detto...

p.s. scrivi un sacco bene, hai mai provato a farti pubblicare da Mondadori?

Anonimo ha detto...

Ai voja! Anche perché sono tipo l'unico che lo fa hihihi! Alla prossima!

Anonimo ha detto...

Ups...mi sono dimenticato un H! Aiaiai, fail per me.

Behemoth ha detto...

Sei l'unico che lo fa perché commentare i post di un blog è da disperato, non per altro. Questo post, per dire, ha ricevuto 18 like su Facebook ed è stato twittato 5 volte. Credi davvero di essere fondamentale? Ma che davero davero? Ora dirai: capirai, 18 like e 5 tweet. Ok, allora fatti il tuo blog, chiamalo come ti pare (chessò, I PORCI DI EQUITALIA) e vediamo se sai fare di meglio.

Anonimo ha detto...

Cazzo è stato twittato addirittura 5 volte!! Avete sentito gente? Pazzesco.

Anonimo ha detto...

Tornando sul discorso, avevo capito benissimo la tua visione della diversità da "gira la moda", e la valuto esattamente come scritto sopra. Sono discorsi vecchi e stravecchi, ascoltabili in qualunque aula di "sociologia" o di "operatori di pace", dalla solita ragazzetta con un senso dell'igiene alquanto discutibile e i rastini a codino. "Sono un cittadino del mondo", "i confini sono solo astrazioni create dai nazzzisti per opprimere l'uomo" ecc. Qui mischiate alle altrettanto vecchie storie su: autonomia, "hai visto la mia maglietta di Bakunin?", spazi di libertà autogestiti, gli hacker ecc. La realtà al netto di tutte queste fantasticherie è che esistono delle forze sovranazionali che, ormai da decine e decine di anni, lavorano per abbattere ogni tipo di sovranità nazionale, a beneficio di, guarda un pò? di sé stesse. I governi tecnici che qualche blogger fighetto esalta non sono altro che il braccio armato di queste forze (prima che tu possa fare lo spiritoso: no non ci rettili di alcun tipo in mezzo), chiamati per materialmente assicurare il tal paese nelle loro mani, mettendolo in tal modo in ginocchio, e successivamente, a cose fatte, tornarsene nell'ombra dalla quale sono venuti. Quindi: nessuna barriera=azzeramento di qualunque tipo di sovranità e conseguenti scorrerie di lobby/trust alla ricerca degli ultimi diamanti della corona (indi minore sovranità=minore libertà per il popolo, indi anche per i singoli; vedi alla voce democrazia diretta). I paesi che hanno deciso di opporsi a questo stato di cose stanno vivendo nuovi periodi di prosperità (vedi Equador), quelli che non lo hanno fatto (vedi Grecia), mettendosi mani è piedi alla mercé di quei circoli di cui prima, o non lo stanno facendo (vedi Italia) si trovano adesso in ginocchio con meno libertà per tutti, alla faccia dei sogni sull'individualismo collettivo. Quindi, non resta che tifare Russia, Iran, Cina e India (guarda un pò i paesi che contengono la maggior parte di popolazione mondiale) sperando in un ridimensionamento del potere degli USA con conseguente aumento di sovranità dei singoli stati nell'area d'influenza (vedi dominio) yankee. Tutto qua.

dezzy boy ha detto...

se non fosse x la svolta finale nazionalista sembrava un comunicato delle br contro lo stato delle multinazionali.
però il nazionalismo a noi della generazione erasmus sembra davvero anacronistico

Anonimo ha detto...

Br o no le cose a mio avviso non possono stare che così. E se l'affiancamento voleva significare una supposta "vetustà" del discorso, beh, vorrà dire che el cose purtroppo non sono cambiate poi molto negli ultimi 30/40 anni. Anzi no, sono senz'altro peggiorate. Per quanto riguarda la "generazione erasmus" visto che vi siete confessati lettori del buon Svart Jugend, vi rimando ad un suo ottimo pezzo sul tema del quale non posso che sottoscrivere completamente il contenuto(http://www.svartjugend.com/2011/09/29/lezioni-spirituali-per-giovani-indignati/).

Anonimo ha detto...

Basta identità , un mondo di soli schizofrenici , liquido , globalizzato e senza questi pregiudizi come la sanità mentale e l'identità psichica , culturale o etnica è possibile ! W la globalizzazione e la schizofrenia ! No alla sanità mentale e all'identità , precursori del razzismo e della normalità , nazista e razzista per definizone ! La follia è l'unico avvenire , la sanità è retaggio del vergognoso passato borghese e capitalfascista ! (A) Hasta la victoria ! Antifascismo e antisanismo sempre e comunque !

Posta un commento