venerdì 16 marzo 2012

Epica del bottegaio

epica del bottegaio
L'importanza del lavoro di una persona è inversamente proporzionale al peso che questa persona gli attribuisce: non a caso l'immagine qui sopra è stata oggetto su facebook di migliaia di condivisioni.
Nelle situazioni di aggregazione coatta in cui intervengono classi sociali diverse, riunioni di condominio / dei genitori ecc. i problemi sulle questioni di orario sono sempre sollevati da coloro il cui lavoro è oggettivamente meno importante per la società. Al tempo stesso, proprio queste persone rivendicano l'assoluta insostituibità e importanza del loro lavoro sostituibile by definition.
Il successo e il declino del Grande Fratello sono da mettere in relazione con l'espansione di Facebook: grazie al GF si è potuto finalmente ammirare la litigiosità di certe classi, e poi con Facebook questo spettacolo degradato è replicabile ogni giorno, senza più nemmeno bisogno di accendere la tv. Gente che si azzuffa per uno status, un post copiato, solo ieri ho ammirato la discussione di una modellina di nessuna rilevanza che si lamentava del fatto che un'altra modellina le avesse copiato una posa.
Ovviamente  non mi abbandonerò all'esercizio retrogrado e conservatore di considerare il nostro un tempo di barbarie: queste piccolezze esistono da sempre, il fatto che siano sotto gli occhi di tutti costituisce un primo passo verso il loro superamento.

2 commenti:

i tuoi bottegai ha detto...

I'm bulletproof, nothing to lose
fire away, fire away
ricochet, you take your aim
fire away, fire away
you shoot me down, but I won't fall
I am titanium
you shoot me down, but I won't fall
I am titanium

dezzy boy ha detto...

e la sorella di david guetta è la perpetua di don matteo, tout se tient

Posta un commento