giovedì 26 gennaio 2006

Aforismi è il nome che Oscar Wilde dava ai propri errori

L'esperienza è la ragione degli sconfitti

Non c'è da fidarsi di chi non scopa mai

Nulla è sovversivo ed avversato quanto la verità

Con gli assedi si conquistano le città, non le tipe

Chi è figo è figo ovunque, chi è sfigato è sfigato ovunque

La storia la fanno i vincitori, la scrivono i topidibiblioteca

Le donne sono come i giornalisti, aspettano i vincitori sul traguardo

Le fiche si assomigliano tutte, le racchie sono cessi ciascuna alla sua maniera

Capire le cose vuole dire potersi permettere di dire che non si è capito qualcosa

Criticare le cose è da sfigati esclusi. Non criticarle non esclude dall'essere degli sfigati esclusi

Gli aforismi sono tutti sbagliati, perchè la realtà è troppo fuzzy per poter avere delle idee prive di confusione

3 commenti:

Anonimo ha detto...

che figata!!! la realtà è fuzzy

Anonimo ha detto...

fuzzy!?!?! fuzzy dezzyboy?!?!?
ma come cazzo parli?
cmq la storia la fanno i vincitori. i vincenti sono un'altra cosa. tipo frattini vs tremonti.
Z

E-doardo ha detto...

un ing crisp come te dovrebbe sapere che fuzzy è sexy, e soprattutto l'importanza di essere fuzzy

Posta un commento